Condividi:

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp

La giusta alimentazione in premenopausa e in menopausa

L’AUTORE

Hai notato irregolarità del ciclo mestruale, vampate di calore, sudorazione notturna, artralgia, dolori muscolaricefalea, irritabilità, ansia, calo dell’umore, secchezza vaginaledeficit di memoriapalpitazioni, calo della libido, osteoporosi e secchezza di pelle e dei capelli?

Tranquilla, non stai morendo, sei solo in menopausa, o ti ci stai avvicinando!

COS’È LA MENOPAUSA?

I sintomi della menopausa, sono tutti quei disagi avvertiti dalle donne tra i 45 e i 55 anni, che vanno incontro alla cessazione del tanto odiato ciclo mestruale e di conseguenza alla fine della sua vita fertile. Il corpo si prepara a dei cambiamenti  fisiologici che comportano un serio scombussolamento ormonale, il quale dà vita a una serie di disturbi come quelli sopracitati. Dunque, se il ciclo vi sembrava una tortura una sola volta al mese, non troverete sollievo con la fine dello stesso, ma è tutto normale e destinato a svanire.

In media, è stimato che intorno ai 51 anni si verifichi questo fenomeno tutto al femminile, ma è sempre più frequente la cosiddetta menopausa precoce, per cui già intorno ai 40 anni si potrebbe incappare in questa condizione. Ciò può avvenire sia per cause naturali, che indotte, o meglio iatrogene, ne è un esempio l’asportazione delle ovaie, che comporta la scomparsa della fertilità.

COME RICONOSCERE I SINTOMI DELLA MENOPAUSA NELLE SUE FASI

Perimenopausa

Alcune manifestazioni possono considerarsi un campanello d’allarme tipico della fase iniziale.

Infatti, i sintomi che avvisano dell’imminente inizio della menopausa sono spesso identificabili con il termine di “sintomi della perimenopausa” e sono i seguenti:

  • Irregolarità del ciclo mestruale
  • Vampate di calore
  • Sudorazioni notturne
  • Palpitazioni
  • Insonnia
  • Ansia
  • Irritabilità
  • Calo dell’umore
  • Facilità all’affaticamento
  • Cefalea
  • Calo della libido e del desiderio sessuale

Fase intermedia

Altre fasi possono definirsi intermedie, come quelle in cui si manifestano:

  • Aumento del pH vaginale
  • Atrofia vaginale 
  • Artralgia e dolore muscolare
  • Deficit di memoria 
  • Calo della capacità di concentrazione
  • Disturbi urinari

Fase finale

Altre ancora, infine, possono ritenersi disturbi tardivi, tipici della fase finale, e sono:

  • Aumento del peso corporeo
  • Secchezza dei capelli e alla cute
  • Comparsa di rughe
  • Riduzione della massa muscolare
  • L’osteoporosi
  • Ipertensione
  • Problemi di digestione

Nel loro insieme, i sintomi della menopausa vengono riconosciuti con l’appellativo di “sindrome climaterica“.

REGIME ALIMENTARE DI SUPPORTO ALLA MENOPAUSA

Inutile girarci intorno, non ci sono cure miracolose o soluzioni definitive per combattere i disturbi della menopausa, bisogna viverla e accettarla come una normale fase della propria vita, ma è anche vero che un determinato e mirato regime alimentare con l’assist di vitamine del gruppo B, può aiutare molto per gli sbalzi ormonali e perché no, garantire una piacevole forma fisica.

Cerchiamo di capire come scegliere gli alimenti più favorevoli a compensare le problematiche relative alla menopausa.

Innanzitutto, bisogna diminuire la quantità di proteine animali e favorire quelle vegetali; aumentare il consumo di frutta e verdure fresche ed evitare carboidrati ad alto indice glicemico, oltre gli eventuali cibi a cui siamo intolleranti.

Diffidate da diete preimpostate che vadano bene per tutti, non prendiamoci in giro, non esistono diete universali che garantiscano la buona resa estetica e salutare, in primis perché ogni persona, ogni organismo è a sé stante e va trattato diversamente, in secondo luogo perché ogni dieta deve necessariamente tener conto oltre che della persona, anche di tutte le patologie, problematiche e difficoltà eventuali, che renderebbero più o meno efficace un percorso che, a una persona può calzare a pennello, e a un’altra recare danni addirittura.

Il nostro consiglio più sincero rimane quello di sentire il parere di un professionista e improntare insieme la dieta più appropriata.

Se non sai a chi rivolgerti saremo lieti di aiutarti con una consulenza totalmente gratuita.

 

Per tenere a bada i tuoi sbalzi ormonali con la giusta alimentazione e avere il supporto di cui hai bisognoper un primo incontro totalmente gratuito!

L’AUTORE

Articoli Correlati