Condividi:

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp

Differenza tra obesitá e sovrappeso. Una colpa o una malattia?

L’AUTORE

sovrappeso e obesità

Molti pensano che l’ obesità sia sinonimo di sovrappeso, ma non solo si sbagliano, in quanto sono due stadi completamente diversi della stessa problematica, ma hanno anche un differente grado di gravità. Intanto cerchiamo di capirne la differenza, e vediamo come possono essere risolti, o trattati.

 

IN COSA DIFFERISCONO L’ OBESITÁ E IL SOVRAPPESO?

L’obesità e il sovrappeso sono entrambe condizioni legate all’eccesso di peso, ma hanno delle differenze sostanziali.

Il sovrappeso si riferisce a un peso corporeo più alto rispetto a quello considerato sano per una certa altezza, ma non necessariamente al punto di essere classificato come malattia.

L’obesità, d’altra parte, indica un eccesso di grasso corporeo che può avere impatti negativi sulla salute. In generale, l’obesità è considerata più grave del sovrappeso e può essere associata a una serie di problemi di salute come diabete, malattie cardiache e disturbi ortopedici.

Dunque, possiamo affermare che quasi sempre il sovrappeso può essere considerata una negligenza del singolo, in quanto l’aumento di peso è dovuto a una mancanza di attenzione ad una sana alimentazione, ma non possiamo dire lo stesso per l’ obesità.

Infatti, come abbiamo già accennato, l’obesitá può essere considerata una malattia, perché quasi sempre può dipendere da disturbi o altre patologie, per cui l’organismo non funziona o non risponde correttamente, ed è una condizione più grave perché è problematica e porta moltissimi disagi nella vita di una persona.

Dunque, possiamo sostenere tranquillamente che non è una colpa essere obeso, ma non per questo bisogna arrendersi a tale condizione, anzi bisogna ancora di più agire affinché  tale problema venga debellato, pena gravi rischi alla salute.

 

COME COMBATTERE L’OBESITÁ E IL SOVRAPPESO.

Guarire dall’obesità richiede un approccio completo che coinvolge cambiamenti nello stile di vita, l’alimentazione e, in alcuni casi, l’intervento medico. Ecco alcuni suggerimenti generali:

  1. Modifiche allo stile di vita: Queste includono aumentare l’attività fisica, ridurre l’assunzione di cibi ad alto contenuto calorico e lavorare per creare abitudini alimentari più sane.
  2. Alimentazione equilibrata: Concentrarsi sull’assunzione di cibi integrali, riducendo l’apporto di zuccheri e grassi saturi, e regolandone le porzioni.
  3. Supporto medico: In alcuni casi, possono essere prescritti farmaci per aiutare a controllare l’appetito o il metabolismo. In certe situazioni, l’intervento chirurgico potrebbe essere considerato.

Sottolineo l’importanza di consultare un medico o un nutrizionista per un piano personalizzato. Inoltre, un approccio olistico che comprenda la gestione dello stress e il supporto psicologico può essere utile nel mantenere progressi a lungo termine.

Il sovrappeso invece, può essere affrontato con una combinazione di dieta equilibrata, esercizio fisico regolare e uno stile di vita sano. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a gestire il sovrappeso:

  1. Dieta equilibrata: Assicurati di consumare una varietà di alimenti sani, inclusi frutta, verdura, proteine magre e cereali integrali. Limita l’assunzione di cibi ad alto contenuto di zuccheri, grassi saturi e sale.
  2. Attività fisica: Cerca di fare almeno 150 minuti di attività aerobica moderata o 75 minuti di attività aerobica intensa a settimana, insieme a esercizi di rafforzamento muscolare almeno due volte a settimana.
  3. Controllo delle porzioni: Monitora le dimensioni delle porzioni e cerca di evitare il sovraccarico di cibi.
  4. Recupero adeguato: Assicurati di ottenere abbastanza sonno di qualità ogni notte, in quanto il sonno insufficiente può influenzare l’appetito e il metabolismo.
  5. Supporto sociale: Cerca il sostegno di amici, familiari o professionisti della salute per rimanere motivato e responsabile dei tuoi obiettivi.
  6. Evita comportamenti dannosi: Riduci o evita il consumo di alcol, smetti di fumare e cerca di gestire lo stress in modi sani, come la meditazione o lo yoga.

 

Ricorda sempre di consultare un professionista della salute prima di apportare cambiamenti significativi alla tua dieta e al tuo stile di vita.

 

Per ottenere una consulenza gratuita con i nostri nutrizionisti, e sviluppare un piano alimentare su misura

saremo lieti di valutare insieme il percorso nutrizionale più adatto a te.

L’AUTORE

Articoli Correlati